CONCORDATO PREVENTIVO : LA NOVITA’ DELLE OFFERTE CONCORRENTI

La legge fallimentare (R.D. 16.3.1942 n. 267) ha subito l’ennesima modifica ad opera del D.L. 27.6.2015 n. 83, convertito (con modificazioni) nella Legge 6 agosto 2015 n. 132.
Fra le novità introdotte con la citata normativa è di sicuro interesse dei creditori la maggior tutela loro riservata in caso di istanza di ammissione del debitore a concordato preventivo. Essi infatti potranno non soltanto accettare o rifiutare la proposta concordataria, ma potranno presentare loro stessi eventualmente delle offerte competitive nel caso in cui il piano proposto dal debitore prospetti cessione o affitto dell’azienda, di suoi rami o di beni determinati.
Il legislatore si è così proposto di evitare, in tali casi, la penalizzazione per il ceto creditorio, spesso conseguente ad ipotesi di cessioni o affitti a condizioni esageratamente “convenienti” per cessionario o affittuario e, correlativamente, penalizzanti per i creditori.

(Avv. Carlo Chelodi)

cookie policy