NOVITA' IN LIBRERIA: "IL PENALISTA E IL NUOVO CODICE DEONTOLOGICO" a cura di E. Randazzo , contributi di R. Bertuol, V. Comi, F. D' Angelo, T. Madia, A. Miriello, M. M. Monaco, G. Pacchi, C. Parziale, E. Randazzo

    La codificazione deontologica condiziona non poco la quotidiana esplicazione della funzione difensiva, che delle regole ha necessità perché ad esse deve fare riferimento continuamente; d'altro lato il codice contribuisce a risolvere numerose asperità professionali e sostiene il difensore nella sua quotidiana, ineguagliabile battaglia per i diritti degli altri. Questa pubblicazione, di cui tutti gli Autori sono componenti del gruppo di lavoro della Scuola Superiore dell'Avvocatura, sottopone ai colleghi alcune riflessioni sulle regole che riguardano (anche) l'avvocato penalista. I commenti vengono offerti al dibattito riportando ogni articolo di interesse penalistico con il raffronto con la giurisprudenza disciplinare nonché con la regola precedente. In appendice è proposto l'intero codice, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 16 ottobre 2014, n. 241.

cookie policy